Bucarest

12596124_10207775234006173_434124081_n

Ci passiamo sempre per le stagioni.

Di continuo. Eppure, ogni anno, appena i primi fiori rosa pallido sbocciano sui rami ancora nudi, è sorprendersi.
E la stagione successiva? Il caldo afoso, le città deserte, l’odore del mare.

Quest’anno, invece, mi sento ancora più fortunata.

Credevo di sapere dell’autunno e del freddo inverno, quando già a dieci gradi i riscaldamenti di casa sembravano non funzionare.

Ma qui, qui, quei colori caldi, vivi, forti!
Il parco, percorsi colmi di foglie, foglie con ogni sfumatura di rosso, giallo, marrone e ancora foglie che dolcemente cadono, mentre cammino.
-La mia nuova stagione preferita senza dubbio!

Per le stagioni, sì, ci passiamo con-ti-nua-mente!
Ma quali viviamo intensamente? Siamo spesso intermittenti e davvero poco attenti.

Quando sono arrivata a Szczecin era ancora inverno, gelo e freddo le mie mani e la punta del mio naso. La città sempre cupa senza alcun raggio di sole.
Per abituarmi ci ho messo un po’, ed è strano. In genere si fa presto ad abituarsi alle cose, alle persone.
Forse dovevo soltanto mettere un punto ad una retorica ormai senza alcun filo conduttore.

E l’estate nella mia Italia, nella mia Calabria!
Temperature asfissianti, ospitalità, un abbraccio d’amore, dormire insieme e il cielo stellato in riva al mare, il dolce sentire delle piccole onde innocenti.
Mai smetterò di amare la mia terra!
Potrò continuare a viaggiare e scoprire, ma guardatela la mia Calabria. -Guardatela!
E poi, d’altronde, l’estate è sempre stata la mia stagione preferita!

Adesso è inverno, e lo sento nel profondo delle mie ossa.
I doposcii forse usati solo una volta da quando li ho acquistati finalmente hanno smesso di rimanere conservati, le dieci calze.
Bianco, tutto intorno bianco!
Stento quasi a crederci. È passata già una settimana dal giorno in cui, incantata alla finestra come una bambina, vedevo scendere quei fiocchi bianchi dal cielo.
E intorno a me è ancora tutto completamente bianco.
La neve sui rami spogli fa quasi lo stesso effetto dei fiorellini primaverili.
Le stalattiti dalla finestra, dai lampioni per le strade, alle maniglie delle porte.
Mi trovo in un mondo di fate.

È bello entrarci nelle stagioni, entrarci davvero.
Meno sedici gradi fanno paura, forse.
Gennaio è inverno, finalmente!
-Oh che bella questa stagione! la mia preferita!

Partendo da qui, che bello è poi scoprire la primavera?
Sentire il cinguettio delle prime rondini, il verde fresco sugli alberi, i primi raggi caldi di sole, fiori colorati ovunque nei campi e ai lati delle strade, sui balconi delle anziane signore che avevano seminato quelle primule qualche mese prima.
Stagione di risveglio.
-Oh si, la primavera è la stagione che preferisco!

In realtà non volevo essere simpatica, se mai lo fossi stata, dicendo che ogni stagione è la mia preferita.

La verità è che credevo di conocerle tutte le stagioni, nominandole sempre e cercando di disegnarle quando avevo sui sette anni circa tra i banchi della seconda elementare.

Grazie Bucarest!

12553082_10207764086647496_5539023544844179535_n

12573163_10207764087447516_2513689249852105060_n12625718_10207775234406183_1660160392_n

12575849_10207775237166252_1503927719_n12571040_10207775237086250_70322570_n

12552585_10207764091207610_4326059914988144962_n

Annunci
Categorie:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...