Incubi e deliri

Ali di pipistrello
solcano il cielo…
Un vecchio vegliardo
con lanterna accesa scruta
il sentiero nella foresta.
Una lagrima di sangue
gli scende sul viso
torbido come le acque dell’Acheronte:
passi leggeri sulle foglie secche,
scricchiolii e guaiti
nel cuore della notte;
una saetta affetta il nero della volta
seguita dal rombo di un tuono
quando un albero secolare scoppia
con le fiamme facendo la lotta.
Vicini lupi in lontananza urlano
mentre la civetta emette
strani versi;
occhi enormi
rossi come il fuoco
erompono dalle squallide tenebre
e il vento freddo
simile al ghiaccio
taglia le guance dei viandanti
nella landa desolata
terra di nessuno,
dove altissimi monti
ed alberi secolari
oscurano la luce delle stelle:
qui non vige nessuna legge
se non quella
della notte
del brivido
del terrore
e del regno dell’oscuro….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...