Giorgio Mastrota, la Nutella e la masturbazione

tumblr_n5j9prtQqy1qcpv13o1_1280

Ci hanno fatti crescere con la convinzione che i vizi fossero tentazioni cattive, viene Satana in soggiorno mentre guardi la tv e ti suggerisce di mangiare la Nutella, di andare in bagno a trastullarti il Gulliver con uno di quei giornaletti di seconda categoria, ti si avvicina all’orecchio, solleticandoti la nuca con il corno sinistro e ti esorta a scendere giù al Tabacchi, per comprare un paio di Winston blu.
È furbo, Satana, non ti dice mica di comprare tutto il pacchetto, quello sarebbe un passo troppo grande, rischia di farti cagare negli slip della Yamamay, e allora ti consiglia di comprare giusto 2 o 3 sigarette, sfuse, le venderanno le sigarette sfuse no?
Provi un po’ e poi decidi.
Ci hanno tirati su con la convinzione che i vizi fossero il male, che Satana fosse il Giorgio Mastrota dei vizi, lì a rifilarteli con la mega offerta e due padelle antiaderenti in omaggio, ma solo se inizi oggi.
Cazzate, mastodontiche cazzate.
Una vita senza vizi è un cammino senza cadute, senza sassolini nella scarpa, senza pagliuzze nell’occhio o insettini nei capelli, una vita senza vizi è un cammino lineare, piatto come l’orizzonte.
Ma quel che conta davvero, nel cammino della vita, sono gli imprevisti e gli errori di percorso, è tutto ciò che ci rimane, tutte le cose belle da raccontare. Alla fine di un cammino, le uniche cose che davvero si raccontano sono i sassolini e i moscerini, perché rendono il cammino VIVO ed UNICO,
tremendamente e magnificamente unico.
Chi si fa una passeggiata di 20 chilometri sulla statale asfaltata, dritta, liscia come le gambe delle modelle, senza intoppi, arriva a casa che non ha un cazzo da raccontare, gli basta una frase smorta per dire tutto, chi lo ascolta piuttosto preferisce il cianuro.
I racconti strabilianti, li porta in tasca chi ha camminato nel bosco degli errori ed è caduto 30 volte.
E poi fanculo la statistica.
Il 100% delle persone che non fumano, non bevono, mangiano sano e fanno la corsetta del tardo pomeriggio, statisticamente parlando,
muore, crepa, schiatta come le zanzare col Vape, viene pisciato via come tutti gli altri. Il 100%.
Non avendo quindi scelta sull’esito finale, lasciatemela godere con i cazzi, con i sassolini, le cadute e le pagliuzze,
che sto benissimo così.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...