Il nostro rosso

r178 ZEM marmi immagine di Rosso Venezia ALB DSC06385

Rosso nettare
di chi s’ impegna,
con voluttà e tenacia.
Rosso fuoco
di chi ha occhi,
da accendere in battaglia.
Rosso sangue
di chi suda la propria anima,
tra ordine e caos.
Rossa mela
di chi cede al vizio,
stupido, e senza remore.
Rosso cuoio,
di chi è bruciato dal sole,
a profusione, perenne.
Rossa lingua,
di chi, meschino,
la batte, sul tamburo.
Rosso tramonto
di una giornata conclusa,
ma vissuta, come si può.
Rosse tegole
di una barriera,
per un ego pregnante e solo.
Rossa auto
di un tragitto senza freni alcuni,
inibitori e non.
Rosso semaforo,
di un insegnante che boccia gli istinti
e loda la pazienza.
Rosso cuore,
di chi vive per i sogni
o per gioioso disperato amore.
Rossa rosa,
di chi ha petali, accartocciati, fragili,
e spine, non friabili, oltre modo.
Rosso tuorlo
di un’ ovattata speranza nuova,
salvifica, ma svilente.

Rosso.
Banale, ma, per nulla, frivolo.
Rosso,
che racchiude il meglio ed il peggio
della nostra esistenza ed essenza.

Orrido,
splendido,
malvagio,
buono,
insicuro,
sfrontato,
tenue,
spiccato,
detestabile,
e adorabile,
al contempo.

Rosso.
Soltanto rosso.

Il nostro rosso.

( poesia tratta dal mio libro “Cespugli di rovi”, acquistabile qui:
http://www.ereticaedizioni.it/?product=simona-barba-castagnaro-cespugli-di-rovi )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...